Salvaguardia Piano

San Vittore

Home


SALVIAMO IL PIANO DI S. VITTORE
DALLA SPECULAZIONE E DALLO SCEMPIO AMBIENTALE!

Sul Piano di S. Vittore il Cantone vorrebbe creare il più vasto polo industriale dei Grigioni. Il Piano di San Vittore è una delle poche aree verdi del fondovalle: un altro grosso insediamento industriale sconvolgerebbe l’equilibrio territoriale, sacrificando terreni agricoli e facendo perdere attrattiva residenziale a tutta la Bassa Valle. Senza contare lo scempio paesaggistico, i disagi ambientali in una regione in cui l’aria è molto inquinata, una perdita di valore delle abitazioni e delle zone edificabili circostanti, nonché un peggioramento della qualità di vita. Per questi motivi, alcuni mesi fa più di 2000 persone hanno sottoscritto la petizione inoltrata alle autorità regionali contro l’estensione della zona industriale di San Vittore.
Nei prossimi mesi i cittadini di San Vittore saranno chiamati a pronunciarsi su un’estensione della zona industriale di altri 200'000 m2 circa. Un progetto voluto dai responsabili del marketing territoriale del Dipartimento cantonale dell’economia pubblica e sostenuto dal Municipio di San Vittore. E si tratta probabilmente soltanto della prima fase di un disegno cantonale per adibire a zona industriale l’insieme del Piano.
Alla popolazione i fautori del polo industriale promettono introiti fiscali e posti di lavoro per i residenti. I servizi di promozione economica dei Grigioni cercano invece di attirare aziende estere con esenzioni fiscali e grazie alla possibilità di sfruttare a basso costo la manodopera frontaliera.

Il 29 luglio 2011 è stata costituita l’Associazione per la Salvaguardia del Piano di San Vittore che ha quale fine statutario la tutela ambientale e territoriale del piano stesso. In particolare essa si prefigge di:


salvaguardare i terreni agricoli e le zone verdi;


opporsi a forme d’insediamento e ad attività nocive per l’ambiente e per la qualità di vita;


svolgere opera d’informazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica.


In poco più di un mese, l'Associazione per la salvaguardia del Piano di San Vittore ha raccolto oltre cento adesioni. I soci provengono principalmente da San Vittore e dai comuni limitrofi della Mesolcina e del Ticino.